ACR Adulti Famiglia Milano News - Milano

ACR e famiglie – Cineforum: E’ la città giusta

cineforum

Il progetto ha previsto un accompagnamento da parte del Cremit (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Innovazione e alla Tecnologia – Università Cattolica) di 4 adulti e di 4 giovani orientato alla scelta delle pellicole, alla produzione di schede di lavoro che verranno impiegate durante le sessioni di cineforum (scheda ragazzi, scheda genitori, stimolo post film) e di un questionario in fase conclusiva.

Il progetto verrà sperimentato in un quartiere di periferia della città di Milano con l’obiettivo di poter essere replicato e allargato a livello diocesano.

DESTINATARI

  • 30/40 ragazzi della fascia 11/16 anni con i loro genitori
  • Famiglie, educatori, chiunque possa essere interessato ai temi dei social media, del rispetto nell’inclusione e dell’accoglienza

OBIETTIVI

  • Offrire opportunità di un pomeriggio insieme, adulti e ragazzi  in un significativo confronto sullo stile di accoglienza nelle relazioni nella città
  • Favorire la riflessione e il confronto di ragazzi e genitori su tematiche significative  in relazione a diversi contesti vicini alla vita dei ragazzi preadolescenti

DATE

   sabato 18 gennaio: The circle   il valore dei social media
   sabato 01 febbraio: The giver   il rispetto
   sabato 15 febbraio: My name is Adil   l’accoglienza
   sabato 14 marzo:   Almanya   l’integrazione

STRUTTURA DEGLI INCONTRI

La struttura di ogni incontro prevede il seguente schema:

ore 16.00:  lancio e visione del film
ore 17.30:  suddivisione in gruppi per il lavoro in parallelo tra ragazzi e genitori
ore 18.15:  restituzione in plenaria
ore 19.00:  aperitivo conviviale

Al termine dell’incontro verrà fornito uno spunto (attività, canzone, video) per proseguire il dialogo in famiglia.

DOVE

SALA CINETEATRO PARROCCHIA MARIA REGINAPACIS, Via Kant 8, Milano
(quartiere Gallaratese, incrocio con via Quarenghi – uscita della MM1 rossa – fermata Uruguay)

TEMATICHE

La tematica da sviluppare: “La prossimità /accoglienza dell’altro e in particolare del diverso da me”:

-come vivere al meglio, ragazzi e genitori, la socialità e l’accoglienza/prossimità sui social network

– l’integrazione delle diversità nei contesti urbani/periferici, nel mondo quotidiano dei ragazzi e delle loro famiglie

– L’inclusione di etnie e popoli diversi nella città

 

 

Scrivi un commento