ACR Consigli di lettura Editoriale Famiglia

ACR – V Domenica di Quaresima. La Domenica di Lazzaro

Lazzaro

Dal Vangelo secondo Giovanni

Gv 11,1-53

Un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella, era malato. Maria era quella che cosparse di profumo il Signore e gli asciugò i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato. Le sorelle mandarono dunque a dirgli: «Signore, ecco, colui che tu ami è malato». […]

Quando Gesù arrivò, trovò Lazzaro che già da quattro giorni era nel sepolcro. […]

Allora Gesù, ancora una volta commosso profondamente, si recò al sepolcro: era una grotta e contro di essa era posta una pietra. Disse Gesù: «Togliete la pietra!». Gli rispose Marta, la sorella del morto: «Signore, manda già cattivo odore: è lì da quattro giorni». Le disse Gesù: «Non ti ho detto che, se crederai, vedrai la gloria di Dio?». Tolsero dunque la pietra. Gesù allora alzò gli occhi e disse: «Padre, ti rendo grazie perché mi hai ascoltato. Io sapevo che mi dai sempre ascolto, ma l’ho detto per la gente che mi sta attorno, perché credano che tu mi hai mandato». Detto questo, gridò a gran voce: «Lazzaro, vieni fuori!». Il morto uscì, i piedi e le mani legati con bende, e il viso avvolto da un sudario. Gesù disse loro: «Liberàtelo e lasciàtelo andare».

Per Riflettere

Gesù nel vedere la tomba di Lazzaro, nel vedere le sue amiche piangere, nel vedere i Giudei piangere si commuove profondamente pure lui, con tutto sé stesso. Gesù ha un legame appassionato e intenso con noi! La commozione di Gesù è la misericordia del Padre per noi! Arrivato al sepolcro scoppia a piangere, il suo amico è morto e nel cuore di tutti c’è tanta tristezza e forse anche scoraggiamento. Questo pianto è effusione dello spirito su di noi perché Gesù non ce la fa a vedere i suoi amici soffrire, non vorrebbe vedere soffrire nessuno.

Gesù vive con noi, vive i nostri sentimenti.

La porta aperta

portaapertavsettTutti abbiamo piccoli o grandi tristezze nel cuore. Questa settimana a vivere con i miei amici le loro tristezze, cercando di confortarli e aiutarli a superarle.

Per pregareperpregareVsett

Signore Gesù che ogni giorno vieni da noi per donarci la Risurrezione,

accogli le nostre fragilità e le nostre fatiche!

Consolaci nella tristezza;

aiutaci ad essere vicino a chi soffre.

Signore Gesù che ami i tuoi amici e ti commuovi per loro, fa’ che possiamo essere come te!

 

    Scrivi un commento