Adulti Adulti Giovani Consigli di lettura Editoriale Giovani

Adoro il lunedì – per pregare #distantimauniti

chiesa preghiera solo

Ora che, purtroppo, abbiamo dovuto sospendere, dopo quasi sei anni, l’esperienza della preghiera di Adoro il lunedì presso la Cappella della Stazione Centrale di Milano al binario 21, come soci animatori di quella proposta, già ne sentiamo la mancanza.

Un’esperienza piccola, nella grande città, in un giorno e in un’ora dove si riprende a correre verso la scuola o verso il lavoro, dentro la logica di una Chiesa in uscita che desidera essere presente in un luogo laico come una grande stazione di una metropoli.

Un’occasione privilegiata per ascoltare la Parola di Dio ed un suo breve commento, per dedicare qualche attimo di silenzio all’adorazione personale e per concludere, tutti insieme, con la preghiera comunitaria.

Ci manca già questo contatto con la gente che accoglie sempre volentieri il gesto di ricevere il pieghevole e il Vangelo del giorno, uomini e donne che magari passeranno solo una volta per questo luogo, uomini e donne che invece ormai da anni, fedelmente sono lì, ogni lunedì, a pregare insieme a noi: il tutto può realizzarsi grazie a don Germano Battaglia, il sacerdote salesiano, che alla veneranda età di 93 anni apre, ogni giorno alle 6:30, questo piccolo spazio offrendo così ospitalità alla proposta della nostra associazione.

Ma non dobbiamo scoraggiarci: non vediamo già l’ora che tutto possa tornare alla normalità e che la Cappella di Stazione, come spesso ripete don Germano, possa vivere ancora anche grazie all’iniziativa dell’Ac ambrosiana.

Nel frattempo, in questo periodo di emergenza dovuto al coronavirus, siamo invitati a riscoprire il significato più autentico della preghiera di Adoro il lunedì: recitiamola personalmente o in famiglia, giovani e adulti, nei prossimi lunedì (ci auguriamo che possano essere davvero pochi) che saranno comunque diversi dai soliti. SCARICA QUI LA PREGHIERA

Questo gesto potrà farci sentire tutti parte di un’unica grande famiglia, rendendo così concreta la comunione e la vicinanza spirituale, avendo nel cuore le speranze, le tristezze e le angosce di tutti, soprattutto di chi, in questo momento, vive una situazione di fragilità. Realizzeremo così in pienezza quanto auspicato dal Beato Pier Giorgio Frassati “Io vorrei che noi giurassimo un patto che non conosce confini terreni né limiti temporali: l’unione nella preghiera”.

                                                                                                  Marco Castiglioni

Ti prego Gesù,

fa che con la tua grazia io non mi stanchi mai di cercarti e di adorarti con tutto il cuore.
Insegnami a conoscerti e ad amarti per imparare da Te ad incontrare e prendermi cura degli altri e a vivere in pienezza la mia vita.
Fà che il mio cuore non si inorgoglisca, non cerchi cose più grandi delle mie forze;
fà che si apra al mondo con il Tuo sguardo di compassione e misericordia e che nel mio cuore trovino eco le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce di tutti, dei poveri soprattutto e che sappia anche partecipare con ciò che sono a portare un po’ di Cielo in terra.
Affido a te, Maria, tutti noi giovanissimi e giovani affinchè ci accompagni, ciascuno con la propria vocazione, in un cammino che non abbia paura di fidarsi ed affidarsi a Gesù, ma che tenda verso l’alto e che profumi di santità, per la gioia del mondo intero.
Maria, Madre della Chiesa, prega per noi Santi e Beati dell’Azione Cattolica, pregate per noi.

Pier Giorgio Frassati

 

Scrivi un commento