ACR Consigli di lettura Editoriale Milano Monza News - Milano News - Monza Settori

Anima la festa – com’è andata?

Festa della pace acr treviglio

Domenica 10 aprile 2018 sono riuscito a vivere ancora una fantastica giornata di ritrovo e di formazione insieme agli educatori dell’azione cattolica della diocesi di Milano. Questo incontro è stato tenuto non a Bonola, come lo scorso anno, ma nel quartiere Bicocca.

Ci siamo ritrovati nell’oratorio della parrocchia di San Giovanni alla Bicocca e qui, una volta che siamo arrivati tutti dalle nostre città, abbiamo dato il via a questa entusiasmante e ricca giornata non solo di formazione ma anche di divertimento.

Il programma della giornata prevedeva il ritrovo all’oratorio per le ore 09:30 a.m. a cui sarebbe seguito il momento di formazione dove Jordan, un ragazzo di Bollate e appassionato di fotografia, ci insegnerà cosa vuol dire scattare una foto, lo scopo di immortalare una persona un luogo…. e soprattutto come si può mostrare la povertà attraverso una fotografia. Terminato questo momento di “istruzione” siamo stati suddivisi in diversi gruppi e, muniti di una macchina fotografica, siamo andati in giro per l’oratorio/quartiere a cercare persone, oggetti e luoghi legati alla povertà.

Una volta conclusa la ricerca dei soggetti sopracitati, abbiamo partecipato alla santa messa nella chiesa di San Giovanni alla Bicocca e, tornati nuovamente in oratorio, abbiamo pranzato tutti assieme nel giardino cui seguirà un momento libero: qui la Marta, assieme al Don Luca e a diversi compagni educatori hanno organizzato due partite a ninja mentre altri ragazzi si son messi a parlare del più e del meno.

Nel pomeriggio, prima di svolgere i laboratori, Gaia e Paolo hanno aperto una votazione delle tre foto che rappresentassero in modo dettagliato la povertà: quindi si è fatta una votazione sulla foto che rappresentasse con una “zoomata” dettagliata una persona, un oggetto e un luogo dove la vige la povertà.

Infine ci siamo divisi in due gruppi: laboratorio neo e laboratorio esperti: i ragazzi che hanno aderito al laboratorio neo, con l’aiuto di Davide, hanno discusso e approfondito cosa significa educare e soprattutto COME si fa l’educatore in Acr o in diversi altri contesti; mentre i ragazzi che hanno scelto il laboratorio esperti, grazie all’aiuto di Fabio, hanno approfondito in modo dettagliato il significato, le conseguenze e come diminuire il valore della POVERTA. Successivamente ci siamo salutati e abbiamo fatto ritorno, chi in auto, chi in metro e in pullman, chi in tram, ritorno alle proprie città.

E’ stata davvero una giornata intensa… il momento che mi è particolarmente interessato è stato quello del lavoro di gruppo perché, anche come ci hanno detto Gaia e Paolo, in questa giornata si dovevano creare o rafforzare le amicizie tra noi ragazzi e poi anche perché mi ha profondamente colpito il modo in cui noi abbiamo ragionato e condiviso idee per portare a termine la nostra missione

Gioele Gorla, A.c.r. Macherio/Biassono

Scrivi un commento