Consigli di lettura Editoriale

Don Franco Carnevali. Il ricordo della presidenza nazionale di AC

don Franco Carnevali

Carissimi amici dell’Azione Cattolica di Milano,

                                                                                            è con grande commozione che vi scriviamo dopo avere appreso della scomparsa di don Franco. Nel ricordarlo con profonda gratitudine, non possiamo non ripensare a ciò che è stato per l’Azione Cattolica. L’AC ambrosiana, anzitutto, dove si è speso generosamente come assistente a ogni livello, e dove tanti lo ricordano con affetto e riconoscenza, Quei tanti che ha accompagnato e sostenuto e cui ha mostrato la bellezza di aderire all’Azione Cattolica e di viverla come esperienza significativa. Non possiamo dimenticare, però, l’apporto che don Franco ha offerto all’AC a livello nazionale: un contributo sempre significativo, fatto di intelligenza acuta, di sensibilità critica, di attenzione al laicato e alla vita della Chiesa, che ci ha aiutato a crescere e maturare.

In ogni situazione e in ogni ruolo è stata una persona intensa, autentica, la cui vita e il cui ministero hanno costituito veramente un dono. Ognuno ha potuto vedere in lui un modello di fede ricca di spiritualità e, allo stesso tempo – anzi, proprio per questo -, profondamente incarnata. Ha voluto bene alla Chiesa e all’Azione Cattolica, ma in primo luogo al Signore e, di conseguenza, a tutti coloro che incrociavano la sua strada.

            Per questo don Franco continua a restare e a vivere nei cuori dell’Azione Cattolica e della Chiesa di Milano, ma anche in quelli dell’associazione nazionale e di tutti coloro che hanno avuto la gioia e la grazia di conoscerlo, di apprezzare e di “gustare” la sua testimonianza umana ed ecclesiale.

            È questa la sua “eredità”, che conserviamo e che vogliamo continuare a far conoscere, perché la memoria sua – di quello che è stato e di quello che ha fatto – sia sempre viva e perché la sua esistenza, così ben spesa, divenga esemplare di un servizio e di un impegno che per lui hanno coinciso con la vita stessa.

            Rivolgiamo al Signore la nostra gratitudine per averci donato don Franco e per la grazia di aver condiviso con lui, noi come tanti, un tratto della nostra strada.

            Vi stringiamo in un forte abbraccio, con la consapevolezza che don Franco continuerà ad accompagnarci e volerci bene anche da lassù.

Gli amici della Presidenza nazionale

Scrivi un commento