Consigli di lettura Editoriale

E Brexit sarà, ma come sarà e a che prezzi? – di Alberto Mattioli

alberto mattioli

E Brexit sarà, ma come sarà? A che prezzi e chi pagherà?

Le elezioni inglesi hanno dato una netta vittoria ai conservatori di Boris Johnson, a cui compete ora attuare la separazione dalla UE. Ma qui ora viene il punto dolente, sarà negoziata e ordinata?  Ogni scelta che, sia di unione che di separazione, comporta delle responsabilità e oneri. Il Regno rimarrà Unito ? Perché la permanenza nella Ue di Irlanda e Scozia pone questioni gravi al loro interno. Le multinazionali, la finanza che fino ad oggi hanno scelto Londra per i loro quartieri generali come reagiranno trovandosi fuori dal grande mercato europeo. Cosa ne sarà di milioni di persone non inglesi (tra cui tantissimi italiani)che vivono, lavorano e hanno rapporti umani consolidati in quelle terre ? E viceversa Quali saranno le ripercussioni per i tantissimi britannici che lavorano e vicine nei paesi europei? Quali ripercussioni avrà l’economia italiana cioè il nostro export e gli investimenti inglesi nel nostro paese. Basti pensare che la Borsa Italiana é detenuta dalla London Stock Exchange e non é irrilevante per le nostre aziende quotate comprendere le ripercussioni sulle transazioni dei titoli. Insomma al di là delle valutazioni politiche triofalistiche ci sono di mezzo enormi interessi e soprattutto le vite delle persone, se non si misura bene il passo a pagarne il prezzo poi è il popolo a partire dagli ultimi. Il risultato elettorale pone fine alla disastrosa leadership di Jeremy Corbyn sempre ambiguo e presentatosi alle elezioni con un programma ormai superato dal tempo e dalla storia. Un tracollo che almeno farà chiarezza nel campo della opposizione. Tante incognite gravose per loro, per tutta la Ue e anche per noi. Che Dio ci protegga tutti.

Alberto Mattioli

Scrivi un commento