Consigli di lettura Editoriale

La nuova vicepresidenza dei giovani di Ac ambrosiana – di Simone Bosetti e Cristina Cova

IMG_0468

Inizia questa settimana il lavoro della nuova vicepresidenza giovani per il triennio 2017-2020.
La nuova “Vice” rispecchia in pieno la bellezza della diocesi di Milano, vasta e fatta da molte realtà particolari. Accompagnati da don Luca Ciotti, nostro assistente, e Matteo, seminarista che quest’anno cammina con noi, abbiamo nel nostro gruppo degli autentici milanesi: Cristina Cova, Giulia Marini e Davide Manzo, rispettivamente vicepresidente e responsabili giovani, espertissimi di AC.
La loro storia associativa sarà un tassello fondamentale della nuova vicepresidenza!
C’è chi a Milano non è nato, ma ormai ci vive, come Angela Moscovio, responsabile giovani e originaria di Benevento, che ci porta le idee e le bellezze di un AC che non è solo diocesana, e Andrea Mezzanzanica, responsabile giovanissimi, di Nerviano, già membro della sezione adolescenti e di un gruppo diciottenni a Legnano.
Giulia Beretta e Fabio Germinario, responsabili ACS, hanno iniziato il loro incarico prima dell’assemblea, aiutandoci in questo passaggio di cariche. Loro a Milano non ci vivono… di notte! Sono infatti rappresentanti della categoria dei pendolari, e rispettivamente da Treviglio e Novate raggiungono tutti i giorni il capoluogo lombardo!
C’è infine Simone Bosetti, vicepresidente e già responsabile dei giovani di zona IV, rappresentante della provincia. Sposato da qualche mese, vive a Rescaldina (Mi).

La nuova Vicepresidenza raccoglie dai tre anni precedenti le molte riflessioni, fatte di interrogativi importanti su come essere “Chiesa in uscita” in questo tempo in cui ci è donato di vivere. Ci viene soprattutto però consegnata una realtà dove si sono “generati molti processi”, come ci ricorda papa Francesco, vòlti a rispondere a tali interrogativi e a mettersi in gioco in prima persona nelle nostre quotidianità.

Pensiamo a questo proposito alle moltissime iniziative diocesane dei vari settori, dai campi, alle vacanze, a 3P, che ci raccontano giorno per giorno di giovani che si mettono in gioco, si fanno domande e scelgono. Oppure al “progetto Cornelio” di revisione del settore giovani, che ci chiede di essere Chiesa e comunità nella vita di tutti i giorni, con attenzione alle realtà in cui viviamo.

Crediamo che in questi mesi e in questo triennio dovremo avere la cura di partire da quanto ci è stato consegnato, dai processi appena avviati, per viverli e gustarli appieno.
Dovremo essere capaci di saper leggere queste trasformazioni “quotidiane”, per trarre delle chiavi di lettura che ci aiutino a restare su quella strada “in uscita” che ci siamo dati.

Tutto questo con un sogno nel cassetto, che è insieme stile e organizzazione: quello di un Azione Cattolica giovani snella e gioiosa.
Un AC capace di andare “di corsa” verso il mondo e i suoi bisogni, gazzella della Chiesa e caratterizzata dalla semplicità della voglia di annunciare una scoperta, che regala gioia alla nostra quotidianità: quella di un Dio che fa di tutto per vederci felici!

Simone Bosetti e Cristina Cova, vicepresidenti giovani di Azione Cattolica

    3 Commenti

    • auguri di buon lavoro, anzi di buona “uscita”!! è belloo vedere facce conosciute e facce nuove in una storia che continua e si rinnova e che Dio vi benedica, e buonlavoro anche a don Luca.

    • Il rinnovo è nel DNA della nostra associazione; lo Spirito del Signore è sopra di noi, è con noi!
      La Preghiera ci conduca in fraternità e a sostegno delle nuove responsabilità.
      Sono a vostra disposizione, Vincenzo

    Scrivi un commento