Consigli di lettura Editoriale

Ora corri! – Oratorio e ACR

dav

Si torna dalle vacanze, si riprende il lavoro, i ragazzi tornano a scuola ed è tempo che anche la vita parrocchiale ricominci, con un rinnovato entusiasmo!

Il titolo dell’anno pastorale 2019/2020 “Ora corri” sembra proprio essere un invito a muoverci in prima persona e ad impegnarci per qualcosa di bello all’interno della nostra comunità. Questo invito è un accattivante richiamo all’azione nella nostra vita di tutti i giorni: infatti questo “slogan” parla ad ognuno di noi e ci spinge a buttarci in nuove sfide e possibilità sfruttando al massimo le nostre qualità.

Noi educatori e ragazzi dell’ACR prendiamo a cuore questo invito, e assieme al nuovo tema dell’anno dell’Azione Cattolica Ragazzi: “E’ la città giusta!”, punteremo ad immergerci ancora di più nella nostra realtà, in primis come cittadini e parrocchiani, e poi come acierrini.

La città verrà intesa non come un’entità inanimata ma come un posto dove la gente vive ed ognuno è un ingranaggio necessario per il buon funzionamento di questo bellissimo meccanismo. Quindi, la città non vive da sola, ma richiede l’impegno di ognuno di noi, e non possiamo delegare i nostri piccoli doveri, che partono sin da quando siamo molto piccoli e ci accompagnano durante tutta la nostra crescita.

Per i nostri ragazzi quindi l’oratorio può essere una “palestra” di vita dove ci si allena non soltanto a condividere delle belle esperienze di crescita, ma anche dove essi sono chiamati in prima persona a contribuire per migliorare e mantenere bella la comunità.  Con la speranza di allevare fin da piccoli persone capaci di responsabilizzarsi, di capire che siamo tutti parte di una realtà più grande, rispettando le persone e gli spazi che ci circondano. L’obiettivo finale è imparare e apprendere vicendevolmente ad essere membri attivi della nostra comunità, a partire dal “piccolo” contesto parrocchiano.

L’ACR ha sempre puntato sul PROTAGONISMO dei ragazzi, ovvero i nostri acierrini scoprono, durante il percorso annuale, che ognuno è importante e che ogni azione conta. Quindi, in questo nuovo anno, speriamo di trasmettere a tutti i ragazzi questo stile, da utilizzare sempre e in ogni contesto, partendo dalla classe a scuola, da compagni di calcio, dalle iniziative oratoriane e dalla vita in famiglia.

Questa spinta all’azione “responsabile”, dentro la Chiesa ma anche fuori, è ciò che può dare l’ACR all’interno delle parrocchie, anche dove non è ancora una realtà sviluppata: basta che ci sia un gruppo di persone volenterose e pronte a mettersi in gioco, per far sperimentare ai propri ragazzi cosa voglia dire essere un “membro attivo” della comunità in cui vivono. Inoltre non sarete mai soli, ci sono tanti amici da tutta la diocesi che camminano insieme a voi, tanti gruppi che quest’anno si impegnano per poter dire, della propria città, che “è la città giusta!”.

Viviana e Riccardo responsabili ACR

Scrivi un commento