Consigli di lettura Editoriale

Perché vado alla festa unitaria del 3 giugno

telefono foto vecchia bambina generazioni

Ancora una volta vogliamo ricordare la storia che ci ha preceduto, da cui siamo nati!

E siamo a 150 candeline!

Ma la ricorrenza particolare non toglie il vero fascino di questa festa unitaria: da anni ormai ci troviamo tutti insieme per un momento gioioso a fine anno, tutti insieme dall’ACR agli adulti più!

È il bello dell’AC: tante persone diverse che condividono la loro fede insieme agli altri, con cui si percorre un cammino nella normalità della vita feriale, familiare, scolastica, lavorativa, caritativa, pastorale.

La nostra associazione si nutre di relazioni che vanno curate e custodite: ecco cosa significa “tessere insieme una nuova storia”. Ciascuno di noi dà il suo contributo a formare l’AC e la Chiesa di oggi.

Solo mettendoci insieme, possiamo continuare a costruire il volto bello della comunità di Gesù.

Per questo conta che ciascuno di noi si senta invitato e già parte attiva di questa festa del 3 giugno! Senza di te, mancherebbe un pezzo importante fra le tessere dell’AC!

Stefania Grassi (Stefè)

Scrivi un commento