Adulti News

Percorso adulti: tappa sull’imprevisto

07-Imprevisti

PER CONTINUARE LA NOSTRA FORMAZIONE ADULTI

#DISTANTIMAUNITI

Il tempo che ci è dato di vivere ci interpella, ci fa riflettere, ci chiede di trovare senso e speranza nella nostra quotidianità.

Ecco allora una proposta per il cammino dei nostri gruppi adulti di Ac: rivisitare la 4° tappa dell’itinerario formativo sul tema dell’IMPREVISTO alla luce del momento che stiamo vivendo.

Ottavio Pirovano ci propone una scheda ricca di materiale che può fornire spunti interessanti da poter liberamente utilizzare, nei nostri gruppi, con le modalità che riterrete opportune: proponendo un lavoro personale, facendo circolare riflessioni, organizzando magari una riunione di gruppo on line (dove i mezzi tecnologici lo permettono). SCARICA QUI

 “CHE TEMPO”: il tema di fondo del nostro itinerario ci chiede di rendere “tempo favorevole” anche quello che stiamo vivendo, dando significato alla nostra quotidianità.

—-

3 Commenti

  • Penso che la relazione sull’imprevisto sia da tema da Liceo. Io ho fatto lo Scientifico. Occorre valutare come l’ Italia possa affrontare la conseguente recessione dovuta a questa emergenza non solo in termini sanitari,ma anche socio-economici.Un economia da guerra dice Mario Draghi, che comporterà sacrifici e, Dio solo lo sa, quanto questa crisi sarà procrastinata nel tempo e nello spazio.Auguro a tutti e a ciascuno di cercare nuove vie di dialogo e di comunione alla luce della Parola e delle parole. Io sono gemello di un missionario del Pime ora in Costa d’Avorio e che ha preso la malaria.Ciao Alberto

    • ciao sono Ottavio. Credo che siamo davanti a qualcosa che, come dicono in molti, la nostra generazione, tutta quella nata dopo la II guerra mondiale, non ha mai visto, soprattutto a questa dimensione planetaria. La scheda è un primo tentativo, recuperando materiale già disponibile e non pensato per questa situazione, per aiutarci ad interpretare quello che sta accadendo, che però, come detto, è una novità drammatica. Credo che ci vorranno altre parole man mano che si prenderà coscienza di quello che sta capitando, a tutti i livelli, cercheremo di essere vicini a tutti nella speranza di saper leggere anche in questo dramma una luce, la luce del Signore che comunque avrà l’ultima parola

  • Grazie Ottavio. Non resta che pregare e riflettere molto. Ma anche fare tesoro e memoria. La vita di tutti non potrà essere più la stessa. Stiamo assistendo alla scomparsa di tanti amici che non hanno potuto neppure godere della vicinanza delle persone care. Questo è quello che, oltre al dolore del distacco, mi rattrista di più. Preghiamo con fervore perché il Padre possa accoglierli tra le sue braccia misericordiose e possa dare consolazione a chi rimane. Il Salvatore tra qualche giorno lascerà il sepolcro vuoto dopo la sua passione e morte, In Lui confidiamo e speriamo.

Scrivi un commento