News

Azione Cattolica a sostegno di #Premananonsiferma

premananonsiferma

L’Azione Cattolica ambrosiana raccoglie fondi per non dimenticare e continuare a sostenere il fondo #Premananonsiferma

Il 12 giugno 2019 Premana è stata ferita duramente in tutto il suo territorio da una calamità naturale: una grande quantità di pioggia si abbatte in pochissime ore sul paese. Fiumi di fango riempiono le strade e le case. I fiumi sono deviati, i sentieri rovinati, le valli smottate. I danni stimati nel paese di Premana e tutto il territorio comunale sono di circa 6.300.000 euro.premananonsiferma2

La maggior parte dei lavori in paese, di competenza del comune, sono stati già eseguiti anche grazie alle risorse pervenute dalla regione e da fondi europei: le famiglie sfollate sono rientrate nelle proprie case, messe in sicurezza, ed è stata ripristinata la normale circolazione e l’apporto di acqua, che per tutto il mese successivo all’alluvione è stata non potabile.

Premana però è molto di più: il suo territorio si estende abbracciando le montagne circostanti e comprende 12 alpeggi e numerose località minori. Ogni famiglia di Premana ha almeno una baita su queste montagne.

Alcuni giovani universitari di Premana, legati al proprio territorio, hanno voluto impegnarsi per la sua ricostruzione. Hanno sentito sin da subito il bisogno di fare qualcosa. Hanno lanciato una raccolta fondi chiamata #premananonsiferma per aiutare associazioni e alpeggi a ripristinare la bellezza del territorio di Premana.premananonsiferma

Il fondo #premananonsiferma ha già raccolto a questo proposito circa 40.000 euro, ma c’è ancora tanto da fare per poter sostenere il lavoro che viene fatto principalmente da volontari, sia nella veste delle associazioni attive sul territorio (Alpini, croce rossa…) che liberamente o in compagnie legate ai vari alpeggi, che necessitano di tanti mezzi, soprattutto per eseguire i lavori più ingenti.

“Sono l’attaccamento al nostro paese e lo spirito di solidarietà che hanno mosso fin da subito la stragrande maggioranza delle persone (grandi e piccoli) per contribuire come possibile a far fronte ai disastri: spalare fango dalle strade e dalle abitazioni, ricostruire sentieri, spostare materiale, i massi, i tronchi…” racconta Clara Pomoni, una giovane di Premana.

Abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!

Per maggiori informazioni, visita il sito www.fondazionelecco.org.

Per questo l’Azione Cattolica ambrosiana desidera contribuire concretamente al continuo lavoro di riassetto del territorio lecchese. Dalla giornata parrocchiale fino alla festa dell’adesione dell’8 dicembre, desideriamo raccogliere fondi per dare un’ulteriore contributo necessario al fondo #premananonsiferma, per non far calare l’attenzione e per permettere il completo ripristino degli alpeggi e dei territori di Premana.

Puoi versare la tua offerta a:
BONIFICO BANCARIO (IBAN)
IT82 R030 6909 6061 0000 0129 099 presso Banca Prossima.
Intestatario: Azione Cattolica ambrosiana
Causale: premananonsiferma

oppure tramite CARTA DI CREDITO scegliendo qui un importo:


 

 

    Scrivi un commento