Giovani

Programma formativo giovani

giovani

Il prossimo anno si preannuncia essere molto significativo e importante per il settore giovani di AC. Non solo perché, essendo l’anno dell’Assemblea Diocesana, ci sarà il rinnovo delle cariche associative, ma soprattutto perché, dopo aver molto lavorato sul progetto di revisione della proposta del settore giovani, da settembre inizieremo ad attuare quelle scelte che, insieme, abbiamo ritenuto importanti per dare nuovo slancio all’AC giovani. Molti di voi già sapranno di queste novità ma ci piace raccontarle nuovamente per poter riprendere le motivazioni che hanno portato a queste scelte.

Anzitutto cambierà la fisionomia del settore per quanto riguarda i più giovani. Abbiamo infatti scelto di unificare l’articolazione degli adolescenti con quella dei 18enni nel cammino giovanissimi. Questo cambiamento accadrà certamente a livello diocesano e man mano nei gruppi sul territorio, pur preservando dei momenti di attenzione specifica ai 18-19enni, in particolare rispetto alla Regola di Vita. Inoltre, abbiamo scelto di vivere gli Esercizi Spirituali di Avvento nelle Zone Pastorali: lo stesso modulo verrà ripetuto in quattro luoghi differenti sparsi su quattro Zone Pastorali, così da andare ancor più verso i gruppi sul territorio.

Conseguentemente all’unificazione delle due articolazioni entrerà a pieno regime, come proposta per i giovanissimi, il percorso ACmove – già sperimentato in alcuni gruppi quest’anno – che andrà a sostituire gli itinerari adolescenti e 18enni degli scorsi anni. È una proposta che punta sulla capacità di leggere l’attualità a partire dal Vangelo, stimolando i ragazzi a portare questo sguardo nelle realtà dove quotidianamente vivono, e quindi per dei ragazzi delle superiori in primo luogo nelle scuole, il tutto in un contesto di condivisione e fraternità.

Anche la proposta dei gruppi giovani, tra i 20 e i 30 anni, riprenderà rinnovata. Gli elementi fondamentali della nuova fisionomia dei gruppi vorrebbero muovere anzitutto da un forte legame con la realtà nella quale si trovano: a partire dalla conoscenza e dalla lettura del territorio ciascun gruppo sarà invitato, e dove opportuno accompagnato, ad elaborare un progetto che, in qualche forma, raggiunga l’intento di incidere evangelicamente lì dove è. Sogniamo un gruppo che riesca a guardare oltre sé stesso, che sia “in uscita”, con creatività e intraprendenza, secondo l’invito di Papa Francesco. Tutto questo ancora una volta in un contesto relazionale bello e significativo, capace di accogliere e affascinare.

Tante quindi le novità che questo nuovo anno porta con sé. Il desiderio che ci muove è quello di vivere sempre di più e sempre meglio una vita che profumi di Vangelo, perché questo profumo si sparga in ogni luogo che abitiamo e in tutto il mondo.

Per conoscere le proposte dell’anno 2017/18, fai click qui.

 

Scrivi un commento