ACR Consigli di lettura Editoriale

RidEstate la goia – Eravamo più di duecento!

bambini acr

Quest’anno alla consueta festa “Ridestate la gioia” c’erano 220 persone! Negli ultimi anni è stato un boom di partecipazione. Solo l’anno scorso i partecipanti erano 140. Segno che c’è desiderio di incontrarsi nuovamente dopo l’estate, condividere con i genitori l’esperienza vissuta e impostare l’anno insieme per crescere e formarsi, tra coetanei.

Ne parliamo con Chiara Faini, educatrice del gruppo ACR di Guanzate.

In che cosa consiste l’iniziativa di RidEstate la gioia?
Questa iniziativa permette a tutti i bambini/ ragazzi che hanno partecipato durante l’estate alla vacanza formativa ACR di Santa Caterina di incontrarsi di nuovo tutti insieme prima dell’inizio della scuola per rivivere quei momenti “lontani” attraverso giochi, condivisione, preghiera… e il bellissimo video con le foto della vacanza!
Sta avendo un grande successo, anno dopo anno. L’anno scorso eravate in 140. Quest’anno 220. Come ti spieghi questa cosa?
A pensarci, è davvero un bel traguardo! Credo che sia dovuto al fatto che sempre più ragazzi vengono informati di queste bellissime esperienze dell’ACR grazie ai vari mezzi di comunicazione, dai responsabili, gli educatori… ma soprattutto dai loro coetanei che raccontano entusiasti ciò che hanno passato e invitano anche gli altri a viverlo con loro!
Quanto è importante che i genitori partecipino alle esperienze dei propri figli e vengano aggiornati su ciò che hanno vissuto?
Molto importante e necessaria soprattutto per far sì che queste belle esperienze di AC riescano ad entrare nelle mura di casa e quindi nella vita quotidiana, avvicinando e rendendo partecipi i familiari

Scrivi un commento