Editoriale

Settimana dell’unità dei cristiani: non pregate da soli!

papa ecumenismo dialogo

E’ in corso la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio 2019).

“Cercate di essere veramente giusti” (Deuteronomio 16,18-20), è il tema scelto dalle chiese cristiane dell’Indonesia (che in quel paese asiatico rappresentano il 10% della popolazione) per esprimere il bisogno di testimonianza, riconciliazione e unità, per rispondere alla volontà di Dio, ma anche per dare un segno a un mondo in cui corruzione, avidità e ingiustizia causano disuguaglianze e divisioni.

Siamo quindi invitati anche quest’anno a pregare perché il Signore vuole che tutti siano una cosa sola.

La pluralità di tradizioni delle chiese cristiane è un dono.

Come tante persone diverse hanno sensibilità e doni differenti, così tante espressioni diverse della fede in Cristo sono una ricchezza.

Ma la Parola che ci giunge in questa settimana di preghiera ci fornisce un invito pressante di Gesù: non pregate soli! Vale per le persone, ma vale anche per le comunità e per le diverse esperienze della Chiesa del Signore.

Nelle zone pastorali della diocesi fervono i preparativi in vista di incontri, dibattiti e significativi momenti di preghiera. L’auspicio è che la settimana di preghiera ecumenica non rimanga solo un bell’appuntamento che si rinnova di anno in anno.

Il Papa ci ha ricordato che l’ecumenismo non è opzionale.

Le nostre comunità continuino durante l’anno a pregare, a riflettere e a fare dell’ecumenismo una scelta pastorale prioritaria. Il nostro tempo ha bisogno di unità, di fraternità, di accoglienza ed i cristiani che si vogliono bene e si rispettano sono un’immagine che ci scalda il cuore.

Maria Teresa Ferrari Lehnus

Scrivi un commento