Adolescenti Consigli di lettura Giovani Giovanissimi

Un viaggio indimenticabile – Charles de Foucauld #2

Africa

Dopo una breve esperienza nell’esercito, il giovane Charles è congedato per indisciplina e cattiva condotta. Ufficiale esercitoLo spirito inquieto e indipendente non si calma, ma sembra abbandonarsi a una vita dissipata, smarrito nelle comodità di un albergo francese.

Tuttavia, sotto l’apparente calma, la brace dell’inquietudine continua ad ardere nel suo cuore. La notizia di alcune sommosse nei territori nordafricani riaccende il suo spirito e così Charles chiede la riammissione nell’esercito.

Nella spedizione in Algeria il giovane ufficiale si mostra tenace e coraggioso, ma dopo pochi mesi abbandonerà l’esercito, definitivamente. La terra d’Algeria lo appassiona: l’Africa gli entra nel cuore e un sogno matura tra i suoi desideri.

Charles decide di partire per un’esplorazione del Marocco. A quell’epoca il regno marocchino era proibito agli europei e il viaggio si prospettava colmo di pericoli. Smessa la divisa del potente esercito francese, Charles è costretto a vestire un’identità falsa, a indossare i panni di un mendicante ebreo e a partire sotto la guida del rabbino Mardocheo.

Sono quasi dodici mesi di povertà, di disprezzo, di emarginazione. Nelle regioni più sperdute viene ospitato in piccole comunità, partecipa ai riti della religione ebraica, osserva la fede dei mussulmaniIslam che tanto rimane impressa nel suo sguardo fino a fargli scrivere:

L’Islam ha prodotto in me un turbamento profondo. La vista di questa fede, di queste persone che vivono alla continua presenza di Dio, mi ha fatto intuire qualcosa di più grande e di più vero delle occupazioni mondane. Mi sono messo a studiare l’Islam, e in seguito la Bibbia. _ Lettera a H. de Castries, 8 luglio 1901

Tra il 1883 e il 1884 Charles affronta un cammino fisico e spirituale fatto di incontri, di sguardi, di esperienze che susciteranno in lui  cambiamenti profondi.

Perché camminare è cambiare… in meglio!

PER ALLARGARE LO SGUARDO

  • Inquieto o sdraiato? Quale dei due aggettivi ti si addice? E perché?
  • Quali sogni, quali desideri avverti? Qual è il tuo atteggiamento nei loro confronti: senti il coraggio di metterti in cammino per realizzarli o preferisci lasciar perdere? Quali ostacoli vedi?
    Un esercizio: disegna una margherita e in ogni petalo scrivi un sogno che porti nel cuore. Poi tieni quel foglio nel tuo portafoglio… È prezioso e ogni tanto bisogna verificarlo!
  • L’Islam ha prodotto in Charles un turbamento profondo a causa della scoperta di persone che vivevano alla continua presenza di Dio. E tu conosci qualche musulmano? In che modo la sua fede provoca la tua? (Sai che molti musulmani hanno letto il Corano… E tu, hai mai letto un Vangelo intero?)
  • Sei capace di coltivare uno sguardo attento e una mente aperta per lasciarti interrogare da ciò che vedi e ascolti, dagli incontri che fai? Oppure il tuo stile è quello della superficialità?

    Scrivi un commento