ACR

Una festa per la pace – Perchè?

Festa Pace ACR- Milano (11)

Abbiamo intervistato i responsabili diocesani sulla festa della Pace organizzata ogni anno da parte dell’Azione Cattolica Ragazzi.

Perchè in ACR si parla di Pace?

Come ormai è tradizione della Chiesa universale (a partire dal messaggio del Papa per la giornata mondiale della Pace) e dell’ACR in modo speciale, il mese di gennaio è dedicato con un’attenzione particolare al tema della Pace, ogni anno declinato secondo focus specifici.

Nell’itinerario annuale dell’ACR il Tempo della Pace (che si colloca nel periodo tra l’Epifania e la Quaresima) vuole offrire spunti per educare i ragazzi ad una cultura di pace, a partire dai luoghi della loro vita quotidiana fino ad abbracciare tutto il mondo. Ogni anno si susseguono temi diversi per stimolare la fantasia e il protagonismo dei ragazzi stessi.

Il tema non è affatto scontato, e a pensarci bene richiama quotidiamente piccoli e grandi ad atteggiamenti, scelte concrete, decisamente non banali e coraggiose.

Cosa succede durante questo percorso?
A partire dal proprio itinerario che l’ACR propone nei propri gruppi parrocchiali, è stato costruito (come succede ormai da diversi anni) un mini-percorso formativo rivolto ai gruppi della catechesi di iniziazione cristiana: il Percorso Pace. Si può pensare di attuarlo in collaborazione con l’ACR lì dove è già presente in parrocchia, oppure scegliendo specificatamente un gruppo-classe a cui fare questa proposta.
Il percorso può essere sviluppato attraverso alcuni incontri secondo una pista percorribile durante la catechesi dei mesi di gennaio e febbraio: essa è dedotta dalla Guida ACR nazionale, da cui tutti i gruppi ACR traggono i propri cammini. In questa pista c’è un posto importante per un appuntamento speciale e tradizionale: la Festa della Pace (19 o 20 gennaio, a seconda delle diverse zone pastorali). È un momento di attività, laboratori, amicizia e preghiera, per dire sì, insieme, alla Pace. E’ un’occasione in cui educarci ad una dimensione di Chiesa che parte dalla nostra comunità e prova ad “andare in uscita” allargandosi al mondo intero.

Cosa può dare il mese della pace alla mia parrocchia?
Per una parrocchia il Mese della Pace è un’occasione di ricevere stimoli nuovi per uno sguardo aperto e attento, soprattutto verso i poveri, verso le ingiustizie, verso gli esempi di vita buona.

E’ un’occasione per riflettere e formarsi come cittadini del mondo, per concretizzare che il Vangelo è vita ed è nella vita, anche quella dei più piccoli.

E’ un’occasione per imparare e confrontarsi in modo divertente ed esperienziale.

E’ un’occasione per conoscere di più l’ACR, e per partecipare alla Festa della Pace con tanti altri ragazzi della propria zona pastorale… Una festa che travalica i confini delle nostre comunità, aperta all’incontro a livello cittadino (spingendosi, laddove possibile, oltre le mura dell’oratorio) per sperimentare la gioia di un respiro ampio e vivace di Chiesa.

Grazie a Gaia Boldorini e Paolo Airoldi responsabili diocesani ACR

Scrivi un commento