Giovani Giovani

Vangelo del Giorno – Lunedì

ascolto parola

LUNEDì  10 DICEMBRE

Lettura del Vangelo secondo Matteo 19, 16-22

In quel tempo. Un tale si avvicinò e disse al Signore Gesù: «Maestro, che cosa devo fare di buono per avere la vita eterna?». Gli rispose: «Perché mi interroghi su ciò che è buono? Buono è uno solo. Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti». Gli chiese: «Quali?». Gesù rispose: «Non ucciderai, non commetterai adulterio, non ruberai, non testimonierai il falso, onora il padre e la madre e amerai il prossimo tuo come te stesso». Il giovane gli disse: «Tutte queste cose le ho osservate; che altro mi manca?». Gli disse Gesù: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che possiedi, dallo ai poveri e avrai un tesoro nel cielo; e vieni! Seguimi!». Udita questa parola, il giovane se ne andò, triste; possedeva infatti molte ricchezze.

Commento

Oggi il Vangelo ci presenta la figura di un giovane, che “possedeva molte ricchezze” e che tuttavia interpella il Signore per capire come “avere la vita eterna”. Innanzitutto è molto bello vedere questo giovane, e chissà quanti giovani oggi si fanno la stessa domanda e la pongono al Signore.. Gesù risponde citando le Sacre Scritture. La base della fede cristiana sta proprio lì, nell’Antico Testamento. Rispettare i comandamenti, che non sono obblighi morali, ma sono indicazioni per il futuro (i verbi sono tutti declinati al futuro). Il giovane ha davanti a sé un grande e lungo futuro. Come viverlo? Come impostare la propria vita? Dio ha dato al popolo di Israele una traccia da seguire. Il giovane rivela a Gesù che già segue tutte queste indicazioni da quando è piccolo, quindi ha ricevuto questa educazione dai propri genitori. Ma da loro ha ricevuto anche tante ricchezze e sono proprio quelle a frenare il passo successivo: andare, vendere ciò che si possiede, darlo ai poveri e seguire Gesù. Questo è l’ultimo passo “per essere perfetti”, come dice Gesù.
——————————
Domande
Seguo e conosco i comandamenti che Dio ha dato al popolo di Israele?
Come vivo il mio rapporto con le mie ricchezze?
Sono capace di donare ai poveri parte delle mie ricchezze?

 

 

 

PREGHIERA –  + UNA PREGHIERA DI INTERCESSIONE DAL CARCERE DI SAN VITTORE, scritte da alcune donne incontrate.

Ti prego, Gesù,
fa che con la tua grazia io non mi stanchi mai
di cercarti e di adorarti con tutto il cuore.
Insegnami a conoscerti e ad amarti
per imparare da Te
ad incontrare e prendermi cura degli altri
e a vivere in pienezza la mia vita.

Fa’ che il mio cuore non si inorgoglisca,
non cerchi cose più grandi delle mie forze;
fa’ che si apra al mondo con il Tuo sguardo
di compassione e di misericordia
e che nel mio cuore trovino eco le gioie e le speranze,
le tristezze e le angosce di tutti,
dei poveri soprattutto e che
sappia anche partecipare con ciò che sono
a portare un po’ di Cielo in terra.
Affido a te, Maria, tutti noi
giovanissimi e giovani
affinché ci accompagni,
ciascuno con la propria vocazione,
in un cammino che non abbia paura
di fidarsi ed affidarsi a Gesù,
ma che tenda verso l’alto
e che profumi di santità,
per la gioia del mondo intero.
Maria, Madre della Chiesa, prega per noi.

Santi e Beati dell’Azione Cattolica, pregate per noi.

——

“Intercedere è stare tra Dio e la sua creatura”.

Signore aiutami ad assumere questa posizione:

che io sia tra Te e chi ti invoca…

e ognuno sia accompagnato dai tuoi doni.

Siamo tuoi,

siamo nelle tue mani.

Amen

Scrivi un commento