Giovani News

Vangelo del giorno – Martedì

ascolto parola

MARTEDI’ 20 FEBBRAIO

Lettura del Vangelo secondo Matteo 5, 13-16

In quel tempo. Il Signore Gesù diceva ai suoi discepoli: «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».

Commento

Per Gesù i suoi discepoli devono essere sale e luce della terra. Sale che preserva ciò che nel mondo merita di essere conservato, che dà sapore buono e gusto alla vita, luce che illumina, che diffonde chiarore e calore attorno a sé, divenendo lampada per i passi di molti, pur non dimenticando che la luce non illumina se stessa e che il sale non conserva se stesso, ma che entrambi provengono da Dio. Questo è ciò cui siamo chiamati a diventare se viviamo davvero lo spirito delle Beatitudini e la Parola di Gesù. Ecco che allora la vita nuova che Gesù ci ha consegnato diventa concreta, tangibile, nella misura in cui noi, Suoi discepoli, per primi sappiamo essere nel mondo il sale che dà sapore e la luce che rischiara, grazie a ciò che diciamo, ciò che facciamo e ciò che diciamo, e a come ci rapportiamo coi nostri fratelli.

Domande

Domandiamoci se davvero da noi proviene un forte piacere di vivere e di credere, se siamo davvero luce nel buio per chi incontriamo.

Preghiera

O Padre,
donaci di riconoscere, nella Tua Parola,
il tuo sì alla nostra vita.
Fa’ che illumini il nostro cammino,
sia sale che rallegra il palato
e dona saggezza.

Scrivi un commento