ACR Consigli di lettura Editoriale Lecco Materiale A.C.R. News News - Lecco Responsabili Territorio

Weekend educatori ACR 2017 – Come è andata a finire a Lecco?

ragazzi in cerchio roma acr

Sabato 28 ottobre, dai paesi più diversi della zona di Lecco della nostra Diocesi, moltissimi educatori ACR più giovani e meno giovani si sono riversati a Costa Masnaga per trascorrere insieme sette ore all’insegna della preghiera e della formazione, con tanta voglia di imparare e, perché no, anche con l’intenzione di mangiare una buona pizza in compagnia.

Alle tre del pomeriggio ci siamo riuniti tutti nel salone variopinto della Casa di AC, ci siamo presentati e abbiamo cominciato a conoscerci: erano presenti maschi e femmine di diverse età, qualcuno veniva da parrocchie più vicine a Monza e Milano, qualcuno per arrivare all’incontro era sceso dalle montagne… è proprio vero che l’Azione Cattolica non ha confini geografici!

Subito dopo i saluti, ci siamo divisi in due gruppi. Gli educatori più giovani, tra cui molti principianti alle prime armi, sono rimasti in salone a riflettere sul momento del gioco in un incontro ACR: se questo non è ben progettato e vissuto, infatti, è difficile che i bambini capiscano veramente gli insegnamenti di Gesù di cui si vorrà poi parlare.

Con molto ingegno e fantasia, noi giovani educatori ci siamo sbizzarriti inventando moltissimi giochi di diverso tipo, da quelli più dinamici a quelli più tranquilli, dai giochi di squadra alle gincane movimentate da cui nessuno esce con la maglietta pulita… naturalmente, tutti in chiave Pronti a Scattare!

Nello stesso arco di tempo, gli educatori più rodati con diversi anni di esperienza alle spalle, quelli che conoscono la Regola di Vita meglio del loro codice fiscale, si sono riuniti in una saletta a parte a discutere proprio dell’amata Regola. Oltre a una riflessione sui fondamentali Io con Gesù, Io con gli altri, Io per tutti, quindi Preghiera, Condivisione e Servizio, si è anche parlato delle diverse tappe in cui l’AC divide l’anno liturgico e delle diverse attività previste per tali periodi.

Allo scadere del tempo, gli educatori “principianti” hanno raggiunto gli altri per ascoltare l’interessantissima conferenza tenuta da don Giovanni Fasoli, docente di Psicologia dell’adolescenza e Pedagogia della Realtà Virtuale all’università di Venezia con una lunga serie di titoli di studio che esaurirebbero senz’altro lo spazio disponibile per questo articolo.

L’argomento della conferenza è stato il rapporto che ciascuno di noi ha con la propria immagine pubblica a partire dalla diffusione virale della moda del selfie. L’incontro è stato davvero affascinante e gli interventi del supercompetente sacerdote esaustivi. Al termine della conferenza, c’è stato un breve aperitivo e alcuni amici, purtroppo, sono tornati a casa.

Mentre qualcuno apparecchiava la tavola per la cena, la mitica educatrice Anna Proserpio era intenta a contattare le pizzerie d’asporto della zona. Quando finalmente ne ha trovata una disponibile, è partita l’ordinazione delle meravigliose pizze famiglia che caratterizzano ogni incontro serale (simpaticamente chiamate PizzAcr sul volantino dell’evento). Una mezz’ora di attesa, ed ecco cominciare la nostra allegra mangiata in cui abbiamo anche accolto don William, parroco di Oggiono, che avrebbe poi tenuto la Lectio Divina.

Alle nove di sera, ormai piuttosto stanchi, ci siamo seduti in cerchio sulle panchine del salone ad ascoltare le parole di don William e prendere diligentemente appunti tra le righe dei brani di Vangelo, ma soprattutto a trarre dalla Parola insegnamenti preziosi per la nostra carriera di educatori.

Dopo la preghiera finale, ciascuno è tornato a casa propria, con la gioia di aver incontrato amici vecchi o appena conosciuti, e con un piccolo seme lasciato di nuovo da Gesù nel nostro cuore… adesso siamo davvero pronti a far fruttare questo anno attraverso il nostro impegno come educatori!!!

 

Ilaria F. da Costa Masnaga

Scrivi un commento