ACR Consigli di lettura Editoriale Materiale A.C.R. Monza News News - Monza Responsabili Settori Territorio

Weekend educatori ACR 2017 – Come è andata a finire a Monza?

acr3

Il Weekend educatori della Zona di Monza si è svolto tra il 28 e il 29 ottobre a Macherio e c’erano circa una ventina di ragazzi.

Il sabato pomeriggio abbiamo avuto come ospite Maddalena Borsani, psicologa esperta di relazioni e identità nei media e dei disturbi da dipendenza dai media, la quale ha tenuto una presentazione sui ragazzi e la tecnologia. Ciò che è emerso da questo incontro è che ormai tutto ciò che concerne i social media è parte integrante della nostra vita ed è così anche per i ragazzi, quindi abbiamo riflettuto su come svolgere delle attività per far sviluppare ai ragazzi più consapevolezza con lo smartphone, come ad esempio valorizzare l’interesse verso le attività della vita reale (dove va bene condividere le cose belle coi propri amici ma solo dopo averle direttamente vissute), oppure dedicare dei laboratori su come cercare correttamente le fonti abituando i ragazzi a vedere il mondo virtuale come tale, e a non confonderlo con la vita vera.

Dopo la cena e i Vespri ci ha raggiunto don Paolo Baruffini per la Lectio sul Brano di Vangelo dell’anno (Mc 12,38-44) e ci ha fatto riflettere riguardo ad essere un po’ meno scribi, ovvero sapienti ma forse troppo teorici, e un po’ più simili alla donna, povera e vedova che diventa la figura esemplare del discepolo, avendo il tempio come meta e offrendo tutto ciò che possedeva.

La domenica Mattina è venuta Maria Malacrida a parlarci del percorso svolto per la realizzazione della Regola di Vita per i ragazzi ACR, con la richiesta partita dai gruppi sul territorio fino alla realizzazione della stessa e dell’icona del ragazzo dei cinque pani e due pesci. La regola è ciò che caratterizza l’ACR, è un po’ come la sua “carta d’identità” e permette ai ragazzi di avere uno strumento di riflessione e di incoraggiamento ad essere protagonisti e apostoli di Gesù nella vita di tutti i giorni. Infine il weekend è terminato con la Messa e il pranzo tutti assieme.

Questo weekend educatori si è rivelato una buona occasione per stare assieme e per riflettere sia su come adattarci alle novità e sia su come rimodernare cose già note e nel complesso è stato molto interessante e stimolante.

Viviana Marchesi

Scrivi un commento